Social media e investimenti nelle imprese

Investimenti che cambiano la vita. “Be a Bank” con KIVA.ORG.

Social media e imprese. Kiva.orgOggi non parlerò di web marketing, ma di investimenti nelle imprese. Per la precisione, perlerò di investimenti che si possono fare via internet attraverso un sito che si chiama kiva.org e che permettono di aiutare piccoli imprenditori a creare una nuova azienda, o di dare una mano a giovani insegnanti che stanno creando scuole e posti di lavoro nel loro Paese. Continua a leggere

Social Media Marketing per le aziende: una grande opportunità

Social network e aziende. Una rivoluzione come quella di 15 anni fa?

Nel 1996, quando ho cominciato ad interessarmi di internet e di comunicazione on line, i responsabili marketing delle aziende a cui proponevo la pubblicazione di un sito web mi guardavano – nella maggioranza dei casi – come se fossi un marziano, e neanche troppo a posto con la testa. Ma poi… Continua a leggere

Facebook in azienda: quanto mi costi?

Il costo del personale che utilizza Facebook in orario di lavoro

Una decina di giorni fa il mio amico Andrea Sabattini della Ebc Consulting ha pubblicato un interessante documento sui costi del personale che utilizza Facebook in orario di lavoro.

Facendo un calcolo realistico su varie casistiche di utilizzo (da 15 minuti a 2 ore al giorno) suddivise per tipologia di ruolo all’interno dell’azienda (impiegato, quadro, dirigente) con i relativi costi orari aziendali, arriva ad un risultato tanto ovvio quanto sorprendente. Continua a leggere

Social Media per il business: LinkedIn e la ricerca del personale

Come cercare personale su LinkedIn

Oggi il post sarà molto breve. Desidero infatti solo segnalare un documento molto interessante su come cercare personale su LinkedIn, gratuitamente, utilizzandone le potenzialità. Il documento, dedicato alle aziende e alle agenzie di ricerca del personale, è stato scritto da Andrea Sabattini di Ebc Consulting, che ringrazio. Consiglio di dargli un’occhiata qui: Come cercare personale su LinkedIn

Google ranking e Social media

Come vengono considerati da Google i link dai social media

Matt Cutts è il responsabile capo della divisione di Google che si occupa del ranking, ovvero del punteggio che condiziona il posizionamento sul motore di ricerca. A maggio 2010 gli era stato chiesto se i link presenti su Twitter, Facebook e altri social network fossero presi in considerazione da Google nel calcolo del ranking. La risposta era stata negativa.

Oggi, invece, la sua risposta è: “Sì, li prendiamo in considerazione” (vedi il video che segue).

Continua a leggere

Link NoFollow, chi era costui?

Come il link NOFOLLOW può influenzare il posizionamento sui motori dei nostri siti

Fin dalle origini di Google, una delle prerogative principali perché il nostro sito fosse considerato degno di nota – e potesse dunque scalare le posizioni del motore di ricerca – era quella della segnalazione del nostro indirizzo da parte di altri siti web importanti.

Il concetto si basa sull’assunto che se un sito viene segnalato da molti come interessante per un certo argomento, allora deve esserlo. I parametri considerati da Google per definire il posizionamento di una pagina web sono in realtà circa 200, ma quello del link da altri siti rimane tra i più importanti.

Un metodo utilizzato da molti, in passato e ancora oggi, è stato ed è dunque quello di pubblicare un collegamento ad un sito su blog di terzi o su pagine che consentono commenti ai partecipanti , aumentando così il numero di riferimenti al sito stesso.

Continua a leggere