Google Search Plus Your World: i risultati personalizzati di Google

Search +, o Search Plus, cambia radicalmente i risultati delle ricerche. Con conseguenze importanti sul SEO.

Si chiama, ufficialmente, Search Plus Your World. Ad oggi la novità non è ancora arrivata in Italia, ma se fate una prova di ricerca con Google.com, anziché Google.it, potreste trovarvi davanti una nuova pagina di Google, meno familiare del solito, con risultati completamente diversi da quelli presenti nella versione italiana.

I cambiamenti sono evidenti se state utilizzando Google da “loggati“, cioè avendo inserito il vostro indirizzo Gmail e la relativa password nell’area di accesso ai servizi del motore di ricerca dedicati agli iscritti (per esempio: la lettura della posta su Gmail, o la gestione di documenti di Google Documents).

Facciamo una prova.

Nell’immagine che segue mostro il risultato di una mia ricerca per la parola “SEO”

Ricerche Google Search Plus

Vediamo le novità, numerate dall’uno al sei.

1.
La prima novità consiste nell’indicazione del numero di risultati personali, cioè dei risultati che derivano direttamente dalle nostre connessioni (pagine che seguiamo, amici su Google Plus, indirizzi di posta della nostra rubrica Gmail, ecc.). Cliccando sul relativo link si visualizzeranno soltanto i risultati collegati ai nostri contatti.

2.
Di default i risultati visualizzati in Google sono un mix dei risultati personali e di quelli “tradizionali”, quelli, cioè, a cui siamo finora abituati. Possiamo visualizzare solo i risultati “tradizionali” di Google cliccando sull’icona del mappamondo. Teniamo presente, comunque, che Google ci mostra già da tempo risultati personalizzati, basati sui nostri comportamenti sul web. Con Search Plus Google sta andando oltre, prendendo i risultati direttamente dai nostri collegamenti sociali.

3.
Sulla destra, qualche volta, si troveranno risultati provenienti da Google Plus (profili personali e pagine), ritenuti da Google particolarmente attinenti ed importanti per la nostra ricerca. Essendo una posizione molto visibile, e dunque molto ambita, è chiaro che ora cercare di essere presenti su Google Plus, ed esserci nel modo corretto, diventa sempre più importante. Google, nella sua pagina Insight Search, dà alcuni consigli su come agire per avere qualche possibilità di comparire tra questi risultati in primo piano.

4.
L’omino blu indica che quel risultato della ricerca è direttamente collegato a noi (pagine che seguiamo, amici su Google Plus, indirizzi di posta della nostra rubrica Gmail, ecc.).

5.
Quando un risultato della ricerca indica una pagina della quale si può individuare l’autore – in quanto registrato su Google – esso viene indicato direttamente nel risultato.

6.
A volte Google ci indicherà che determinati risultati sono stati condivisi da persone con le quali siamo in contatto, visualizzando la piccola foto presa dal profilo di Google. In questo caso, la persona nella foto è il famoso Matt Cutts, responsabile delle ricerche di Google, che ho tra i miei contatti di Google Plus.

 

CONSIDERAZIONI VELOCI SU GOOGLE SEARCH PLUS YOUR WORLD

I risultati personali sono molto interessanti, e, naturalmente, sono stati sviluppati per cercare di migliorare i risultati delle ricerche implementandoli con suggerimenti provenienti dai nostri collegamenti sociali. Il concetto di base è quello della fiducia: considereremo più importante un risultato proveniente dai nostro contatti piuttosto che un risultato anonimo.

La perplessità consiste nel fatto che si rischia di restringere, anziché allargare, i nostri orizzonti. Cominceremo a visitare sempre gli stessi siti, e a fidarci sempre delle stesse persone. Non è necessariamente un male, ma… c’è qualcosa che non mi convince.

Per quanto riguarda il lavoro di posizionamento sui motori di ricerca, è evidente che cambierà tutto. Come prima cosa non avremo più modo di verificare il “vero” posizionamento di un sito sui motori, per il semplice motivo che, essendo tutti i risultati personalizzati, una posizione oggettiva non esisterà più. Il lavoro di un consulente di web marketing consisterà sempre più, dunque, nel consigliare procedure e strategie per utilizzare al meglio i social network, con particolare attenzione a Google Plus.

Cosa ne pensate?

AGGIORNAMENTO 11/6/2012: ne parlo ancora in un post più recente:
Pagina Google Plus o Pagine Facebook: cosa è meglio per la tua azienda?

Contatta il tuo consulente web marketing

Potrebbe interessarti anche...

Indirizzo personalizzato per le pagine Google+ Gli URL personalizzati (o vanity URL, come vengono spesso chiamati anche su Facebook) esistono da tempo anche su Google Plus, ma sono stati a lungo ri...
Pagina Google Plus o Pagine Facebook: cosa è meglio per la tua azien... Google Plus cresce, Facebook è un gigante. Su quale social network è meglio investire tempo e denaro? Ormai si parla da parecchio tempo della presenza...
Il posizionamento su Google migliora se l’autore del sito è su... Google dà molta importanza agli iscritti a Google Plus e verificati come autori dei siti e dei blog. Non sappiamo ancora se Google+ (o Google Plus), ...