Quanti leggono i tuoi post su Facebook? Meno di quelli che pensi.

Engagement post FacebookMolti sono convinti che sia sufficiente pubblicare su Facebook un post ogni tanto perché questo venga letto da tutti i fan della pagina. Non funziona così. La percentuale di coloro che vedranno i vostri post è molto bassa. E questa percentuale si abbassa notevolmente se parliamo di coinvolgimento (Engagement), cioè di interazioni con la notizia. 

Quello che scriviamo su Facebook viene visto solo da una piccola parte dei nostri amici e fan.

La prima cosa da considerare è questa: quando ci colleghiamo a Facebook, vediamo nello streaming delle notizie (la nostra “homepage“) un sia quello  che è stato pubblicato dai nostri amici, sia quello che è stato pubblicato dalle pagine che seguiamo. Lasciamo stare l’opzione di visualizzazione per Notizie Principali (variabile non di poco conto) e consideriamo di avere tutte le notizie in ordine cronologico.

Già adesso, senza andare oltre, si comprende che quello che vedremo sullo schermo saranno solo i post più recenti. Anche scorrendo la pagina, vedremo comunque le ultime notizie pubblicate dai nostri amici e dalle pagine di cui siamo fan.

Non so quanti amici abbiate e quante pagine seguiate. Io, non molte. Nonostante questo, scorrendo la pagina di Facebook per un bel po’, sono arrivato a vedere circa duecento notizie pubblicate nelle ultime 12 ore. Il post pubblicato tre giorni fa dalla pagina Pepperland (simpatica pagina dedicata ai Beatles) si è persa chissà dove, in fondo al continuo aggiornamento dello streaming delle notizie.

Direte che la maggior parte delle persone si collegano a Facebook quotidianamente, e che quindi quello che viene pubblicato da voi verrà in qualche modo visualizzato dalla maggior parte degli utenti.

Tralasciando il fatto che moltissime persone hanno molti più amici di me e seguono molte più pagine, a confutare questa tesi ottimistica si aggiunge il parametro a cui ho accennato in precedenza: se non si interviene manualmente cliccando sull’apposito (e poco visibile) pulsantino, i post vengono visualizzati nel nostro streaming in ordine di importanza. Questa importanza è stabilita da Facebook in base alle interazioni che abbiamo con i nostri amici e con le pagine che seguiamo. Se abbiamo ignorato per mesi le notizie pubblicate dal nostro amico Egidio, difficilmente le ritroveremo tra le prime della lista. Stessa cosa, ovviamente, vale per le pagine.

Altra brutta notizia: finora ho parlato di bassa visualizzazione delle notizie. Se parliamo di clic e di interazione, cioè di engagement, i numeri scendono drammaticamente, come testimoniato dalla seguente immagine:

Post Facebook

Meno di una persona su 100 ha interagito con il post.

La voce “Persone che parlano di questo argomento” si dice engagement e comprende i Mi Piace sul post, i Commenti alla notizia, le Condivisioni, cioè il coinvolgimento (engagement) degli utenti. La percentuale è calcolata rispetto al totale dei fan della pagina (7.305).

Potreste pensare che queste statistiche siano così basse perché si riferiscono ad una pagina poco popolare. Ecco dunque un esempio tratto da un post di Victoria’s Secret, una delle pagine con più fan in assoluto su Facebook.

Coinvolgimento Facebook post Victoria's Secret

Coinvolgimento degli utenti per un post su Facebook di Victoria’s Secret

Dunque la pagina Facebook non serve a niente?
No. Può essere molto utile e portare a risultati interessanti, a patto che si pubblichi con una certa costanza, scegliendo il momento più adatto per la pubblicazione e, se è il caso, ogni tanto si decida di investire qualche Euro per pubblicizzare le notizie. Un post sponsorizzato permette di raggiungere più persone (fan e amici dei fan della pagina) e di mantenere la nostra notizia in posizione privilegiata, cioè maggiormente visibile ai destinatari.

Per oggi basta così. Parleremo dei post sponsorizzati più avanti. Se desiderate qualche informazione in più, o qualche consiglio su come organizzare la vostra pagina Facebook e campagne pubblicitarie su Facebook, commentate questo articolo qui sotto, oppure contattatemi.  Buon Primo Maggio a tutti!